Ironici

L'ironia di questi memo ha il valore dei messaggi in bottiglia: vengono inviati a tutti, ma non tutti li colgono! Gran parte dei lettori li ignorano, alcuni li travisano... credo che solo pochi li ricevano lasciando intatto il valore iniziale. Per la serie... non prendiamoci troppo sul serio.

Lo "Splatter Memo" di Alessandra: ma la finiamo con 'sta storia delle risorse, che poi qualcuno ci crede veramente? Se avete fretta e state salvando troppi mondi, andate dritti all'allegato!

Ho pensato spesso al mio ultimo memo, avrei dovuto scriverlo ogni volta che ne ho completato uno nella mia mente: adesso avrei una fantastica collezione di ultimi memo con cui tediarvi, e invece mi tocca improvvisare…

Allora iniziamo da un punto fisso: non ho mai ben capito perché si debba chiamare “Ultimo memo”…insomma, non è che a qualcuno salti in testa di scrivere un “Primo memo” a tutta la comunità Acn nel suo primo giorno di lavoro, quando a cuor leggero si presenta all’orientation sbarbato e profumato (per gli uomini…per le donne no…o almeno…spero solo profumate…), né mi risulta che qualcuno ne abbia scritto uno dopo la prima mail senza oggetto inviata o la prima riunione della sua vita, o la prima mezzanotte passata a lavorare…mi direste: si chiama ultimo memo perché non ne scriverai più uno…e io, dopo i dovuti scongiuri, vi risponderei: “e chi l’ha detto?”

…quindi…il mio non si chiamerà “Ultimo memo”…ho deciso di chiamarlo “Splatter memo” e dall’allegato capirete il perché.

Il mio messaggio finale non sarà polemico, sia perché ho riservato fin troppa polemica a tutti quelli che hanno avuto la pazienza di sopportarmi in questi tre anni e mezzo, sia perché nonostante i tanti “basta io mi licenzio” adesso mi ritrovo a lasciare l’azienda con un certo dispiacere … lascio un porto sicuro, una specie di grande famiglia (..si l’ho detto …) per lanciarmi nelle stimolanti incertezze di una nuova sfida personale.

Il tesoro più grande che Accenture custodisce, ben consapevolmente, è fatto di un esercito mutevole di persone, persone brillanti che giornalmente si impegnano per emergere, crescere e imparare, insegnare, improvvisare, raggiungere risultati…di persone così ne ho conosciute in tutti i team di cui ho fatto parte (quello di CheBanca!, SEC, Cariparma, Unicredit), da ognuna di loro (perdonatemi se non mi dilungo nei ringraziamenti personali..), chi più chi meno, ho imparato qualcosa che porto nel mio bagaglio professionale e umano,  e mi sento di ringraziarle, ringraziarVi tutti.

……E  riconoscendo il grande potenziale umano dell’azienda, non ho tollerato la nuova campagna pubblicitaria fin dal primo momento in cui l’ho vista e ho continuato a odiarla ogni volta che l’ho vista campeggiare all’ingresso degli “Arrivi” dell’aeroporto di Malpensa…ed allora è contro questa campagna che si accanisce stavolta il mio scarcasmo che spero vi allieterà questo lunedì mattina e che spero molti (tutti?) condivideranno!

Vi auguro il meglio.

Ale

“La mattina dopo era mattina e io ero ancora viva.

Forse scriverò un memo, pensai.

E lo scrissi”

(da Post Office di C. Bukowski)

Alessandra

ALLEGATO!! SPLATTER MEMO! 

 

Sulla stessa linea, un simpatico dizionario per aiutare i neoassunti ad esprimersi in accenturese. Anche qui, secondo me il pezzo forte è l'allegato!

Cari Ex Colleghi,

Questo periodo con voi mi ha arricchito personalmente e professionalmente ma, ahimè! la vita consulenziale non è sicuramente il mio sogno. Lascio, pertanto, l’azienda alla quale ho dato molto, in questo breve periodo, ma che finora mi ha sempre corrisposto. Lascio il team DIR a cui mi ero tanto affezionato e con cui ho potuto lavorare più che serenamente.

Non voglio annoiarvi con discorsi filosofici, naif e sentimentali sul cammino della vita e robe del genere, del resto non è nel mio stile e neanche in quello di Accenture. E poi… ci sarebbero così tante sfumature da considerare che ogni discorso del genere è superficiale, se non soggettivo, e né può essere riassunto in qualche aforisma decontestualizzato od inflazionato!

Preferisco salutarvi ironicamente con un glossario dei termini Accenturiani in uso nel team Unicredit, that you can please find attached, che propongo di inserire nel welcome kit del mio successore. :) (Ricordo le mie difficoltà iniziali nel comprendere alcune cose… purtroppo alcune di queste difficoltà non sono ancora svanite! :-/

Luca

ALLEGATO! DIZIONARIO ACN-ITALIANO!

 

Breve, ma ironico e divertente, il bellissimo Ultimo Memo di Giovanni

Domani sarà il mio ultimo giorno in Accenture, dopo quasi 10 anni.

Andrò a lavorare in un’Associazione di categoria nel campo agricolo e agrituristico.

Voglio lasciarvi con una breve selezione dei commenti che mi sono stati fatti da colleghi quando ho comunicato la cosa:

  • “Beh, non cambierai lavoro, sempre di Campaign Management si tratta…..”.
  • “L’ho sempre detto io che chi ha le competenze, alla fine, riesce ad andarsene da Accenture!”.
  • “Insomma, andrai a fondare la corrente Felce & Mirtillo?”.
  • “Da oggi, per te, la frase scendere in campo assumerà tutt’altro significato”.

Meno male che sono arrivati, questi commenti. L’ironia e l’autoironia sono risorse importantissime, soprattutto per chi tende a prendere se stesso e il proprio lavoro troppo sul serio.

Grazie a tutti voi per tutti questi anni.

Giovanni

 

Per ultima, la fiaba di Elisa

C’era una volta molto tempo fa, in un paese lontano lontano, il grande e fumoso regno di Snam Rete Gas dove il saggio re BW governava con saggezza da alcuni anni distribuendo in modo puntuale informazioni sufficienti per tutti. Purtroppo però, il suo regno era così vasto, che il buon re era all’oscuro di quello che accadeva nella sperduta regione degli Investimenti. Qui, il malvagio ministro Excel con il suo terribile scettro Pivot costringeva il piccolo popolo dei Procon a terribili e pericolosissimi lavori manuali. In particolari periodi dell’anno erano costretti a contare e ricontare il denaro degli investimenti e a spostarne immense quantità  correndo incredibili rischi.

Un giorno però, passarono di lì i tre cavalieri e due principesse guerriere della leggendaria casata degli ACN. I nostri eroi, capirono subito la difficile situazione, e decisero che avrebbero trovato il modo di sconfiggere il perfido Excel e aiutare il popolo dei Procon. Fu così che partirono per una grande avventura durante la quale si trovarono ad  attraversare l’intricata foresta SAS, superare la vetta 9.2 e attraversare le paludi del Dynamis, ma alla fine riuscirono a recuperare gli introvabili materiali necessari alla costruzione di tre incredibili oggetti magici. Durante il loro viaggio, però, chiesero l’aiuto di altri due cavalieri di origini elfiche che erano in grado scrivere messaggi in quasi tutte le lingue fino ad allora conosciute. Essi si dimostrarono indispensabili per attraversare il deserto dei Dati e delle Macchine abbandonate che era sotto il controllo di due antichissime tribù nomadi, quella dei Grandi Codici e quella dei dispettosi folletti EDS.

La prima cosa che i nostri eroi costruirono fu una grande nave,  battezzata “Delivery Portal”, che avrebbe permesso  ai Procon di navigare senza difficoltà il tempestoso mare dei 360 Report e scrutare gli orizzonti degli Investimenti. Il secondo oggetto era un magico martello, l’ADD-IN, che sarebbe servito ad aggiustare la nave nel caso si fosse danneggiata durante il lungo percorso fino a giungere la Baia dei Direttori ed infine, l’arma  più potente di tutte… la famosa sfera PowerSim!! Che avrebbe permesso ai Procon di prevedere il futuro e scongiurare gli imprevisti, donando prosperità all’intero regno.

Durante il loro viaggio, della durata di circa un anno, i nostri cavalieri si trovarono a dover affrontare ritardi e ostacoli di ogni genere, ma lavorando insieme e grazie alle loro incredibili doti di iniziativa, astuzia, determinazione e coraggio riuscirono a tornare dallo UAT (urlante abisso del terrore) sani e salvi e poterono a consegnare i loro fantastici oggetti ai Procon. Con queste potentissime armi il piccolo popolo dei Procon riuscì a spodestare il ministro Excel e a relegarlo al ruolo marginale, che gli spettava. Prima di andarsene però, i cavalieri ACN li ammonirono:

“Siate prudenti e usate i vostri poteri con saggezza, perché da grandi poteri derivano grandi responsabilità!” E’ così il popolo dei Procon proclamò che per tutte le decisioni importanti avrebbe sempre collaborato con il Consiglio dei Grandi maghi AM che amministrava e proteggeva già gran parte del regno … e da quel giorno fino ad oggi, vissero tutti felici e contenti

 

Commenti  

 
#6 Bruno 2014-07-28 10:17
Ciao Luca, il tuo memo è sicuramente uno dei migliori. Chi non ha la pazienza di leggerlo tutto si perde la meravigliosa definizione di "Zuzzerellone" :)

Ciao

Bruno
 
 
#5 luca 2014-07-28 09:18
Ciao,

Sono capitato su questa pagina, il dizionario è opera mia :)

Mi farebbe piacere che aggiungessi il mio nome in coda :)

Saluti,
Luca
 
 
#4 Dome 2011-09-29 14:47
Citazione Ale:
ehm "gigante" nel mio caso non è proprio appropriato, ma grazie lo stesso :P

Grande Ale! :lol: Ehm... Grande... :sigh:
 
 
#3 Ale 2011-09-27 17:54
ehm "gigante" nel mio caso non è proprio appropriato, ma grazie lo stesso :P
 
 
#2 Bruno 2011-09-23 14:56
Citazione Ale:
Mitico Bruce, grazie della citazione! Il tuo è insuperabile :)

Grazie mille Ale!! Ma tutti voi mi avete ispirato... "Se ho potuto guardare lontano è perchè sono salito sulle spalle dei giganti", Newton o similare :)
 
 
#1 Ale 2011-09-23 14:41
Mitico Bruce, grazie della citazione! Il tuo è insuperabile :)
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna